Milano-Palazzo Lombardia

La progettazione escutiva e la realizzazione delle opere sono state affidate al Consorzio Torre nell'ottobre 2006.
L'attività del cantiere è stata avviata a inizio 2007, con le fasi di bonifica dell'area e di consolidamento del terreno. Successivamente sono iniziate le operazioni di scavo, e quindi la realizzazione delle strutture.
Il cantiere, compreso tra le vie Melchiorre Gioia, Restelli, Algarotti e Galvani, si inserisce in una zona densamente urbanizzata della città di Milano. Si estende su 190mila metri quadrati di superfici costruite e una torre alta 161 metri.
Vi hanno lavorato circa 500 operai, impegnati ventiquattro ore su ventiquattro, sette giorni su sette, su tre turni di lavoro. Lo staff del Direttore lavori ha compreso una ventina tra tecnici e progettisti, che hanno coordinato, oltre agli operai, una decina di aziende esecutrici delle opere. 
L'8 maggio 2009 la torre di Palazzo Lombardia ha superato l’altezza del Palazzo Pirelli (127,40 metri), che dal 1960 aveva mantenuto il primato di edificio più alto di Milano.
Nel punto corrispondente all'altezza del Pirelli  è stata collocata una “pietra di quota”, che il presidente Roberto Formigoni ha scoperto nel corso di una breve cerimonia.
Oltre alla pietra è stata posizionata la “Madonnina di cantiere”, una miniatura della Madonnina del Duomo di Milano, che è restata sempre sul punto più alto raggiunto dalla costruzione ed è ora definitivamente collocata sulla sommità del grattacielo Pei-Cobb.
Nell'autunno 2010 si concludono i lavori e dal 23 gennaio al 2 febbraio 2011 una serie di eventi e manifestazioni hanno caratterizzato i festeggiamenti per la prima apertura al pubblico di Palazzo Lombardia.

 

Committente: Pubblico
Cliente: ILSPA Infrastrutture Lombarde
Descrizione dell'opera:
Costruzione Palazzo Lombardia
Importo Contratto:
€ 233.880.242,00
Luogo:
Milano
Anno di realizzazione:
2007-2011
Progettista architettonico:
A.T.I. tra:
Pei Cobb Freed & Partners Architects
Caputo Partnership
Sistema Duemila
Direzione Lavori:
Ing. Umberto Vasitoni
Responsabile del procedimento:
Ing. Antonio Giulio Rognoni
Direzione Tecnica: Ing. Luca Pecchio